November 22, 2009

Le ricerche degli utenti si stanno allungando

Un link interessante che mostra come gli utenti stiano aumentando le parole nella ricerca:
http://searchengineland.com/search-queries-getting-longer-16676

Siti degli hotel

Segnalo questo link molto interessante:

Checking in Hotel Web Design: 50 Cosy Hotel Websites and Trends

Brand reputation e email marketing al RWME

Dopo l'ottimo intervento di Claudio Vaccaro su Social media marketing con i Simpson, ora sta parlando Alessandro Binello relativamente all'email marketing. Noto con piacere che si sta sciogliendo e ora è molto più rilassato nel parlare davanti a una platea. Bravo Ale!
Io sto twittando in diretta e ho notato un curioso fenomeno: da quando Avinash mi ha quotato su Twitter, mi stanno arrivando diversi followers stranieri del settore marketing che hanno alti numeri di followers (fino a 15.000!) Eh... il potere della Rete.

Seconda giornata al Rimini web marketing event

Oggi sono un po' stanca, ma è normale, le scariche di adrenalina sono tante e lo stress mentale ogni tanto si fa sentire. Stamani la sala è più vuota rispetto a ieri, ma solo perchè tutta la parte tecnica del pubblico è nella sala parallela ad ascoltare Avinash Kaushik. Mi aspetto che nel pomeriggio tornino di qua.
In questo momento sta parlando Giulia Eremita di Trivago che parla del problema delle recensioni false e negative degli hotel. Durante la mattinata parleremo ancora di brand reputation e social media marketing. Oltre che di usabilità e email marketing.

November 21, 2009

Rimini web marketing event: il primo pomeriggio

Che dire... nervosa ero nervosa. Ma a quanto pare persino il guru lo era! E con la massima cortesia mi ha pure fatto i complimenti... che emozione!
Dopo la mia breve presentazione, Piersante ha fatto una breve storia dell'evoluzione dei motori di ricerca fino all'attuale situazione in cui Google sta sempre più diventando un motore di risposta. Semplice e geniale come sempre.
Paolo Zanzottera AD di Shinystats ci ha parlato invece di web analysis applicata a dispositivi mobili e ai video.
Ovviamente lo speech più atteso è quello di Avinash.
La sala è piena: oltre agli albergatori ci sono seo, responsabili marketing e professionisti vari.
L'interesse è forte.

November 20, 2009

A cena con Avinash Kaushik

Questa sera sono andata a cena, grazie alla generosità di Titanka, con un gruppetto di amici seo e il massimo esperto di web analytics mondiale: Avinash Kaushik. Analytics Evangelist di Google, autore del libro "Web Analytics: An Hour A Day" nonchè del più recente Web Analytics 2.0 è un personaggio di fama mondiale e un punto di riferimento forte nel nostro settore.
E come tale incuteva in tutti noi un certo timore. E invece, come spesso accade con persone di quel livello, straniere, si è dimostrato molto alla mano.
Per puro caso (o fortuna) mi sono ritrovata di fronte e visto che nessuno tranne Federico si rivolgeva a lui in inglese, alla fine mi sono ritrovata a chiaccherarci di... Berlusconi!
Certo parlare di politica in inglese non è stato semplicissimo ma lui è estremamente cortese (anche con il braccio rotto insisteva per versarmi da bere).
Poi ci ha illuminato con un esempio di come una tecnologia/sito come Youtube abbia raggiunto il successo grazie alla concomitanza di un paio di fattori.
Ha anche accennato a un esempio che porterà domani: la home page di Repubblica con ben 448 link in uscita (don't they think about users?).
Sono rimasta affascinata dal mix di semplicità e genialità di quest'uomo. Domani ci aspetta il suo primo speech, sono curiosa.

Rimini web marketing event: ci siamo!

Sono in partenza per Rimini (noi relatori siamo chiamati a raduno stasera anche se l'evento comincia domani). Sono contenta ma anche agitata. Anno scorso ero nel pubblico e non conoscevo di persona nè Fabio nè Alessandro nè tanti altri...
Quest'anno sono sul palco a moderare e parlare davanti a una platea di chissà quanti albergatori.
Un po' come la BTO: da 1 anno all'altro sono passata dal pubblico al tavolo dei relatori. Che impressione!
Sono contenta di rivedere anche un po' di amici e colleghi seo.

November 19, 2009

Where the hell is BTO?

Geniali... hanno fatto la parodia a uno dei video virali più famosi al mondo, peccato non sia riuscita ad entrarci pure io!
Gustatevelo >>
Complimenti a Carniani, Robert e tutta l'organizzazione della BTO. Davvero bravi.

November 18, 2009

Rimini web marketing event: sto arrivando!

Non mi sono ancora ripresa dalle fatiche della 2 giorni della BTO (decisamente ben riuscita, alto il livello e ottimi relatori) che devo prepararmi per la presentazione e la mia attività di moderatrice per l'altro grande evento atteso: il Rimini Web Marketing Event. Per me sarà emozionante parlare davanti a una platea così estesa. (Alla BTO ho parlato nella saletta dei seminari...).

A Rimini si parlerà di seo, di web analysis, di email marketing, di social media, di online reputation e tanto altro. Grande fermento per l'ospite internazionale, Avinash Kaushik, ma anche per gli altri 13 relatori (da Piersante Paneghel a Alessandro Binello, da Federico Calore a Marco Ziero). Mi dicono che ci sono ancora alcuni posti, io non mi farei scappare questa possibilità. L'evento è di altissimo livello. Qui per iscriversi.
E la sera c'è anche la seo dinner, un'occasione informale per fare un po' di networking...
Qui tutto il programma>>

November 17, 2009

Google, Yahoo e Bing sul palco della BTO

Se durante la mattina la sala era mezza vuota, ecco che per miracolo alle 15, si riempe. Motivo? Salgono sul palco i 3 players del search online: Google, Yahoo e Bing.
Riporto il comunicato ufficiale della BTO:
LE RICERCHE SU INTERNET SONO SEMPRE PIU’ RAFFINATE: LA MAGGIORANZA SUPERA LE 3 KEYWORD

Ricerche sempre più complesse spingono i motori di ricerca a sviluppare nuove tecnologie in grado di interpretare il linguaggio degli utenti e di proporre strumenti di ricerca intuitivi.

Il numero delle parole chiave ricercato dagli utenti è molto cresciuto negli ultimi anni” esordisce Roberto Brenner di Google, uno dei 3 colossi dell’internet search a confronto sul palco di Buy Tourism Online “mediamente adesso ci sono almeno 3 keyword per ciascuna ricerca, specie nell’ambito turistico. La sfida è sulla rilevanza e sulla velocità di risposta.”

Ciò spinge i motori di ricerca a sviluppare tecnologie e strumenti sempre più in grado di capire che cosa cercano realmente gli utenti. “Per Yahoo è basilare la semplicità, la trasparenza e la personalizzazione della ricerca” spiega Lorenzo Montagna di Yahoo! “L’utente deve trovare tutti i risultati rilevanti, anche quelli che fanno riferimento alla concorrenza, e poterli salvare e organizzare in apposite sezioni del sito, per una consultazione successiva.”

Per Kristine Marshall, responsabile di Bing Travel, giunta direttamente da Seattle alla manifestazione fiorentina, la chiave è l’innovazione: “Su Bing Travel chi cerca una tariffa aerea può utilizzare la tecnologia Price Predictor, ereditata da Farecast.com, in grado di predire con un grado significativo di attendibilità l’andamento delle tariffe e suggerire quando è più conveniente acquistarle”

Il futuro dell’internet search non può prescindere dalle applicazioni per il mobile e rispondere a stili di vita dinamici, che richiedono risposte rapide e puntuali. Ecco quindi le search a riconoscimento vocale di Google, che evitano agli utenti l’uso della tastiera, o le geolocalizzazioni di Yahoo Mobile, che tengono conto di dove si trova l’utente in quel momento e contestualizzano le ricerche effettuate. O ancora, la Visual Search di Bing, che promette di migliorare del 28% la velocità di ricerca grazie all’intuitività della ricerca per immagini rispetto alla verbalizzazione dei concetti.

Tavola rotonda sul marketing non convenzionale

Sul palco Elisa di Zooppa, Massimiliano di H-art, Paolo di Ogilvy e Mirko di Ninja Marketing. Al di là dell'effetto viral, Massimiliano di H-art ci racconta cosa ha capito dei social media. Cosa funziona?
Premessa: bisogna cambiare mentalità, mindset.
Identità: avere qualcosa da dire, raccontare. Si funziona solo se si ha un'identità forte.
Cosa vuol dire identità? Originalità, genuinità, nicchia, talento, coinvolgimento, creatrività, conoscenza.
KPI: partire da cosa vogliamo misurare! E' importante porsi degli obiettivi (qualitativi e quantitativi).

Engagment non è la stessa cosa di costruzione di community di valore.
Tante imprese non vogliono costruire community (è faticoso gestirle).
Cos'è che ci serve rispetto ai nostri kpi?

Es. Create a wish for VChina
http://pepsi2009.gg.com
ottimo esempio di creazione di engagment anche senza creazione di community.
30-40 milioni di contatti. Ma ha valore per la marca? dura nel tempo?

The Berlin twitter wall

What's priceless to you (Mastercard in Brasile)

A volte si punta all'engagment

Quique the head: www.quiquethehead.com

Ok creare attenzione: ma la durata dell'attenzione? a volte non serve una lunga attenzione, non tutte le community servono. Forse èmeglio fare iniziaitve divertenti che smuovono il pubblico: piattaforme di engagment.

Content + gaming per stimolare sono ottimi!
Pensare le cose in modalità crossmedia: andata e ritorno da internet. Mettere pezzi di 1 storia in media diversi.
Importante: il rewarding.
Oneri di gestione.
Management: non funziona da solo.
Stare all'interno dei social media NON E' UNA SCELTA. possiamo non agire attivamente ma dobbiamo ascoltarli!

Dopo l'ottimo intervento di Massimiliano, parla Mirko di Ninja marketing. Presentazione brillante, di impatto, ma... è la stessa di Toscanalab. La domanda che mi sorge è: ma non sarebbe più corretto tarare la presentazione sul target in sala? Potevano essere mostrati video inerenti il turismo! Come questo per esempio>>

Poi è il turno di Elisa di Zooppa che porta (brava) esempi di contest nel turismo:
2 video di Best Western
Titolo: Welcome to the hotel California
Grenar.info
Anche Boscolo hotels ha lanciato un contest: packaging per le destinazioni di viaggio.

Tourism and social

Il secondo intervento è di Patrick Landman e Bart LePoole di Xotels sull'argomento "Tourism & Social media". Alcuni indicazioni:

- Need to be open and trasparent
- Loss of control
- Technology (learning curve, fast changing)

Create profiles is like creating email account!
Facebook, youtube, flickr/picasa, tripadvisor, twitter.
It's a matter of Communication and community.

Everybody is promoting the brand! the hotel! "me! me! me!"
People don't care the old marketing message. People don't come to Florence for the hotels! Need to promote the destination.
Problem: everybody is promoting his self...
- Videos are one of the most effective way of web marketing.
- Copy the good examples! Look how they communicate.
- Use the younger people in your company, they are not afraid of these tools.
Work smart with the web 2.0 tools
Co-opetition and Co-operation
Copyright and your destination site

Se hai 1 recensione positiva su tripadvisor:
1) ringraziare
2) metterla sulla pagina facebook
3) promuoverla su altri siti

PROMOTE DESTINATIONS - increase commerce
Your site is the destination! wrong!!! the site is not the destination!!!
Your sites should be built to exchange infomration
Syndicate (Rss, Kml, iCalendar)
Prendere pezzi di info dal sito della Regione Toscana tramite Rss e ripubblicarlo sul sito dell'hotel.
Work together with the tourism board. Contents from the tourism board to the website of the hotel.
All roads lead to destination (events, hotel, tourist attraction, restaurant, tour guides)...What, where, when.

Remarkable content: worth making a remark about
It's worth for someone else to comment, to post, to retwitter...
Don't talk about the hotel!
Mettere nel sito dell'hotel i simboli dello sharing.

Business= trust (brand) + relationship (people)+ value (euro)
Marketing Budget for hotels:
1) where do your euro go?
2) waht's your objective?Grassetto3) where is your focus?

Onsite freebees: at tourist attractions, at airport, at hotel
Free wi-fi "you use it you share it"
Una delle cose più chieste dai turisti negli hotel e nelle località è il FREE WI FI.

Social search: Hey has anybody any suggestions for me? I am going to Florence.
On facebook!

Trends:
- mobile
- identity
- geo based
- realtime
- augmented reality

TOURISM IS SOCIAL!
Your customers are online. Is your organization? Practice web 2.0.
Be remarkable, open and authentic.
Hospitality starts online not in your lobby.
Interact realtime, Friends and family are most trusted: current customers are your marketing dept.

Seconda giornata della BTO 2009

Dopo la interessante giornata di ieri rieccoci alla BTO 2009. Noi blogger siamo qui nelle prime 2 file a twittare le domande che in diretta appaiono sugli schermi e vengono poste ai relatori.
Sul palco una tavola rotonda "Blogsphere e turismo" con Enrico Ferretti vincitore del blog turistico, Emiliano di Paesionline, Simone di Uplink...
Leggi i post della prima giornata BTO:
- comunicato-ufficiale-della-bto-2009.html
- il-seminario-di-web-marketing-termale.html
- BTO si comincia!
- il caso di Atrapalo, il sito che propone un originale modo di viaggiare: paghi solo se vuoi!

Mi sono persa a causa del mio intervento, un paio di interventi. Linko 2 post dall'ottimo blog di Claudia Martino, che blogga qui accanto a me:
- il-karma-del-brand/
- bto-2009-roberto-frusa-di-tripadvisor/
- recensioni-online-i-principali-player-al-bto-2009/

Infine linko un sito interessante: http://www.travelpeople.it/

November 16, 2009

Atrapalo alla BTO 2009

Nel pomeriggio della BTO l'interessante case history di Atrapalo: con le sue campagne marketing.
- 2006 la gran atrapada
- 2007 il primo concorso di tv che non succede in tv. Atrapalo.
- 2008 Los atrapantes.
Sul sito ci sono 600.000 recensioni.
Per lasciare una recensione ci devi esser stato!
Se lo vedi atrapalo (se vedi un'offerta acchiappala al volo, non fartela scappare!)
Come si sono fatti conoscere? campagna viral: ragazzi che saltellano e scappano per la città.
Messaggi utenti più fedeli: attraverso blog, nl, facebook. A una certa ora in un certo posto ci sono persone che corrono, se li acchiappi, vinci il viaggio. Fino a 1000 persone che correvano!!!
Cosa si vinceva?
Un viaggio alle Maldive per 6 centesimi, un viaggio in Argentina per 8 centesimi!!

EL TRATO: il patto. Viaggia e dopo decidi se e quanto pagare. Nato in un momento di crisi (fine 2008). Questa campagna era un modo per stimolare le vacanze.
Obiettivi:
- fare 1 studio di investigazione sociologica per capire il prezzo percepito
- riattivare la domanda
- dare maggior visibilità ai prodotti turistici
Lista dei patti che sono stati portati a termine: previsti 300, sono stati quasi 500. Molti partners si sono aggiunti in corsa (all'inizio non ci credevano). Allungamento di 2 giorni!
Oltre 42.000 utenti registrati. 500 commenti, quasi 1.500.000 visite, Patti quasi 500. Come comunicazione: solo cartaceo free press. Questo patto è iniziato in giugno/luglio 2009.
I clienti hanno pagato?
No, per lo più hanno non pagato oppure 5 o 10 euro. Motivazione: "non abbiamo soldi!"
Ci sono state anche persone oneste: una ha pagato +70% del prezzo del viaggio. Gli hanno regalato un viaggio in Giappone (viaggio dei sogni).
Altro patto: nel 2009, 1500 fra spettacoli, ristoranti e attività varie.

Comunicato ufficiale della BTO 2009

Pubblico il Comunicato Stampa che mi è arrivato dopo pranzo sulla BTO 2009:
INIZIA CON IL TUTTO ESAURITO LA SECONDA EDIZIONE DELL’EVENTO DEDICATO AL TURISMO ONLINE

TRIPADVISOR, ZOOVER E OYSTER HOTEL REVIEW: QUALI MODELLI DI RECENSIONE PER IL TURISMO?
Il tema è molto rilevante, anche alla luce delle recenti stime Nielsen che indicano una crescita di oltre il 12% in tre anni delle prenotazioni online e valutano in circa il 62% la percentuale di coloro che, per pianificare e scegliere le proprie vacanze, si affidano al web: circa 13 milioni di persone, sui 20 che fanno almeno una vacanza all’anno.
Secondo una stima di Google, oltre un terzo di coloro che hanno acquistato la vacanza in rete ha cambiato idea dopo aver consultato le recensioni degli utenti.

TripAdvisor - I numeri presentati da Roberto Frua sono impressionanti: TripAdvisor costituisce la più grande community di viaggiatori al mondo con oltre 30.6 milioni di visitatori al mese nel mondo, di cui 11.2 milioni in Europa e 1.3 milioni in Italia. 30 milioni di recensioni su 800.000 hotel, attrazioni turistiche e ristoranti.

Zoover - è nato nel 2004 a Utrecht in Olanda e si differenzia da TripAdvisor, del quale segue sostanzialmente il modello di “user generated review”, per aver basato il proprio sviluppo soltanto sulla vendita di spazi pubblicitari. A partire dal 2007, ha spiegato Michele Aggiato, Zoover ha aperto 13 siti internazionali e conta oggi di oltre 800.000 recensioni su 145.000 hotel, appartamenti, campeggi, villaggi turistici, crociere e case vacanza in oltre 25.000 destinazioni in tutto il mondo.

Oyster Hotel Reviews - in controtendenza propone un modello di recensione dove l’esame critico delle strutture alberghiere è affidato ad una squadra di Reporter, rigorosamente in incognito, che documentano, con appunti e numerose fotografie “non ufficiali”, tutti i pro e tutti i contro. Oyster Hotel Reviews, racconta Rob Paladino, nasce dall’idea di quattro businessmen, abituati a viaggiare per lavoro e spesso delusi dalla non corrispondenza tra ciò che si vede su internet e la realtà delle sistemazioni.
La differenza con TripAdvisor e modelli analoghi, sostiene Oyster, è l’obiettività della recensione: “Su TripAdvisor 100 utenti recensiscono una struttura; su Oyster un reporter recensisce 100 strutture”

BRAND KARMA
Morris Sim di Brand Karma parte dalla constatazione che i Social Media rappresentano comunità planetarie, con numeri da capogiro: Facebook raggruppa oltre 325 milioni di persone al mondo; Flickr contiene oltre 4 miliardi di fotografie e YouTube “trasmette” oltre 1 milione di video al giorno, su un totale di 100 milioni di video caricati sul network.

La chiave del successo di un Brand sui Social Media, spiega Sim, dipende dal Karma, ovvero dalla capacità del messaggio di coinvolgere emotivamente il pubblico e di spingerlo a trasmetterlo ad altri. Ciò è tanto più importante se si pensa che il 78% delle persone considerano più attendibili i consigli di altre persone rispetto ai messaggi pubblicitari.
Brand Karma attraverso una serie di strumenti di rilevazione e misurazione della presenza di un Brand sui Social Media restituisce all’utente un cruscotto sintetico che identifica un indice di notorietà e di citazione sui Social Media e soprattutto classifica le citazioni per argomenti ed evidenzia le positive e le negative. E’ possibile così verificare subito punti di forza e debolezza, reagire a potenziali problemi e anche confrontare la propria performance percepita rispetto ai concorrenti, con impatti diretti sulle performance e sulle politiche di pricing.

MARCO MONTEMAGNO
Marco ha coinvolto il pubblico in una dinamica carrellata attraverso le principali tendenze della rete, evidenziando quali trend possono essere rilevanti per il turismo. Primo fra tutti, il passaggio da un mercato del viaggio, fatto di destinazioni, programmi, voli, soggiorni, trasferimenti, tour, visite a un mercato dell’esperienza fatto di incontri, scoperte, emozioni, sensazioni, momenti, ricordi, da raccontare e da condividere sempre più in tempo reale attraverso i Social Media, un po’ come se il viaggio individuale diventasse esperienza collettiva.
Oppure il crowdsourcing, un modello di business che consiste nell’affidare un progetto ad una massa di persone non organizzate in un team, che contribuiscono tramite strumenti web (Wikipedia è un esempio emblematico). O il cloud computing, ovvero la possibilità di utilizzare risorse informatiche allocate in tutto il mondo e rese disponibili e utilizzabili ovunque, grazie alla rete, ad un costo parametrato all’effettiva necessità.

Il seminario di web marketing termale alla BTO

Mentre nella sala principale parla Fabio Maria Lazzerini di Amadeus, io mi trovo nell'ala dei seminari, per la sessione dedicata al turismo termale. Dopo un'introduzione di Bonomi e del direttore dell'Apt di Montecatini, ora è il turno di Antonella Radogna del gruppo STB (Società Terme e Benessere) cheparla di booking online per le SPA (che ho scoperto oggi significa Salus Per Acquam!) e di e di mezzi come Spafinders, spalinks. Parla poi di 3 case history: Fonteverde, Grotta Giusti, Bagni di Pisa
Il marketing degli hotel di città è diverso dal marketing di alberghi come il Fonteverde...
Non inventarsi cose, ma valorizzare cose che abbiamo già. La Spa ha la natura! la grotta, divertimento, romance. Bagni di Pisa invece punta sul lato medico, dimagrimento, cura del benessere, ma anche stile, eleganza.
Secondo il web 1.0 si individuava il profilo, il target (età, reddito, sesso, e sempre più il comportamento dell'utente). Oggi cambia tutto più velocemente. E' indispensabile affacciarsi al web 2.0 ma il 1.0 va fatto bene. Perchè ci permette di avere il ROI.
Importanza del territorio: i clienti degli agriturismo, hotel e resort intorno alle Spa vendono il prodotto! Promozione congiunta online. Senza il territorio non ci possiamo promuovere.
Oggi i competitor sono in tutto il mondo: Austria, Polonia, Rep. Ceca.
Sinergia con Apt, Regione, Provincia.
Valorizzazione delle risorse naturali: le acque, la grotta, il lago sotterraneo, paesaggio, prodotti tipici, qualità della vita.
Nel web 1.0:
- Rate parity e trasparenza: non sono daccordo su quanto dice Antonella, sul fatto che debbano essere uguali le tariffe sui siti!
- Strategie di vendita: arricchire di contenuti la nostra presenza in rete (immagini, descrizioni, tariffe). Non solo prezzi!
Il travel shopper impiega in media 29 giorni per programmare il viaggio, effettua 12 ricerche e visita 22 portali di viaggio! (forrester research)
- Strategic linking: no scambio link! ma link al proprio sito. Le hit non contano, ma le azioni dell'utente sul sito: cosa fa, quanto ci sta. Click, call, book.

QUANDO CERCATE INFO DA DOVE PARTITE? (Nielsen company)
Search engine 37%
A portal (Yahoo, Msn, Aol) 34%
Sito dedicato a quel tipo di informazione 11%
Social media = 18%
Wikipedia 9%
Blogs 5%
Facebook, Twitter, Myspace 4%

STB ha un blog e facebook. Fonteverde Natural Spa resort: 2000 iscritti. 1 NL al mese: ottimi ritorni.

Se non sono competitiva con il prezzo aggiungo contenuti. Non posso propormi allo stesso prezzo dei miei competitor, ma uso lo strumento per promuovermi.

Gli utenti online sono disposti ad accettare la pubblicità purchè non sia invasiva e il messaggio sia coinvolgente. Ripensare i propri messaggi. Coinvolgimento.

Ora devo staccare: è il mio turno di parlare di seo e brand reputation per le terme!
Edit: l'intervento è andato bene, pubblico 1 complimento arrivato via twitter da Gianlucamat. Grazie!

BTO 2009 : si comincia

Quest'anno la BTO si è superata: ci hanno riservato un desk tutto per noi blogger! Connessione riservata, prese per il pc... altro che IAB!
Ha iniziato la mattinata Paolo Cocchi, assessore della Regione Toscana. Poi ha parlato il presidente della Camera di Commercio e ora parla Ermanno Bonomi.
Dopo i saluti di benvenuto c'è grande attesa per il primo speech che vedrà sullo stesso palco Tripadvisor, Oyster e Zoover, ovvero i leader delle recensioni online. Purtroppo io me lo perderò perchè sarò a parlare di turismo termale in una work session parallela.
Mentre la gente sta entrando nella main hall (c'è una coda!) ci mostrano Matrix con la famosa scena in cui Keanu Reeves deve scegliere fra pillola rossa e pillola blu...

November 13, 2009

Turismo termale e web marketing alla BTO

Lunedì mattina alla BTO parlero' di come promuovere le strutture termali con il web 2.0.
vedi:
http://www.agi.it/firenze/notizie/200911131650-cro-rt11270-terme_d_italia_si_affidano_al_web_marketing

GIA' SOLD OUT LA SECONDA EDIZIONE DI BUY TOURISM ONLINE:

DA LUNEDì 16 FIRENZE OSPITA PER DUE GIORNI I MAGGIORI ESPERTI MONDIALI DI INTERNET PER DISEGNARE IL FUTURO DEL TURISMO, GIA' ESAURITI GLI OLTRE 2000 POSTI

Tutto pronto per l’apertura della seconda, fortunatissima edizione del workshop formativo dedicato alle nuove frontiere del turismo online che registra un aumento dei visitatori paganti del 300% rispetto alla passata edizione: dati e ricerche di mercato, case history, internet guru da tutto il mondo e tante stimolanti provocazioni per dare nuova energia ad un settore strategico dell’economia italiana.

Oltre 2000 partecipanti prenderanno parte alle due giornate promosse dalla seconda edizione di
BTO - Buy Tourism Online, l’evento dedicato all’impatto delle nuove tecnologie sul turismo, in programma alla Stazione Leopolda di Firenze il 16 e 17 novembre 2009.

Sul palco e nelle aule workshop di Buy Tourism Online si alterneranno i maggiori esperti mondiali del web per presentatre nuove applicazioni, case history di successo, nuovi modelli di business, strumenti per potenziare la competitività e, soprattutto, per confrontarsi e dibattere su quali possono essere gli scenari possibili e più probabili di uno dei settori che è stato maggiormente coinvolto dalle trasformazioni imposte da Internet e che ha l’occasione di riconfigurarsi per sfruttare al meglio le nuove opportunità.

Tra i relatori ci saranno nomi noti come Expedia, Tripadvisor e Travelzoo e nomi emergenti che fanno dell’innovazione e della ricerca di nuovi modelli di business il loro obiettivo. È il caso di Brand Karma, che promette di misurare quanto si parla di un marchio in rete e nei social network, di Oyster.com, che ripropone in versione online la recensione di hotel da parte di reporter in incognito e di Atrapalo.com, che sfida le regole del mercato con una proposta provocatoria: Pay What You Like, ovvero pagare l’hotel al termine del soggiorno, sulla base di quanto si è stati soddisfatti.

Buy Tourism Online sarà anche teatro di un evento straordinario: per la prima volta sullo stesso palco, i tre massimi competitor globali dell’internet search Google, Yahoo! e Bing Travel di Microsoft si confronteranno sulle strategie di conquista di questo mercato chiave. Sarà l’occasione per conoscere meglio i programmi del nuovissimo Bing Travel: direttamente da Seattle, per la prima volta in Italia, la responsabile del motore di ricerca di Microsoft presenterà i futuri progetti per l’Europa e la recente acquisizione di Farecast.com, il sistema che permette di prevedere, con un’attendibilità superiore al 70%, l’andamento delle tariffe aeree e alberghiere e di consigliare all’utente, come un agente di borsa virtuale, se comprare subito o se aspettare tempi migliori.

Durante la due giorni, inoltre, saranno esaminati i futuri scenari del web sul turismo attraverso i dati forniti da eccellenze come Eye for Travel e Surrey University, incaricati da BTO di realizzare ricerche di mercato sulla situazione del turismo online in Italia e sul comportamento del cliente in relazione alla gestione dinamica delle politiche tariffarie.

I primi dati indicano che la crescita a livello mondiale del turismo online tra il 2002 e il 2008 è stata del 54%, mentre i canali tradizionali sono rimasti stabili. In più, la previsione 2008 – 2012 indica per il turismo online una crescita media del 14% e un decremento dell’offline del 1.2%. Secondo Eye For Travel il mercato online in Italia a fine 2009 rappresenterà il 16% del totale, contro un 13.7% del 2008. Le più recenti stime Nielsen valutano in circa il 60% la percentuale di coloro che, per pianificare e scegliere le proprie vacanze, si affidano al web: parliamo di circa 13 milioni di persone, sui 20 che fanno almeno una vacanza di una settimana all’anno.

Non ci saranno però solo formazione e conoscenza, ma anche analisi di casi di successo e di nuove tendenze: Marco Montemagno, uno dei maggiori esperti italiani di Internet, co-fondatore di fenomeni online come Blogosfere e Codice Internet, nonché curatore e conduttore del primo programma di citizen journalism italiano, Io Reporter di SKY TG24News avrà il compito di scandagliare il web alla ricerca di fenomeni emergenti, per ora di nicchia, ma con potenzialità di mettere in discussione i paradigmi tradizionali del turismo.

«II mondo on line – afferma l'assessore al turismo, cultura e commercio della Regione Toscana, Paolo Cocchi - sta modificando profondamente i valori e i comportamenti nel turismo. E ciò non vale solo presso gli attori-consumatori o presso gli operatori turistici, ma anche nei sistemi informativi gestiti da operatori pubblici. Bto è un'occasione importante fare il punto su una situazione in continuo divenire, offrendo strumenti per la gestione delle informazioni e delle relazioni, per fidelizzare i clienti, fino a promuovere una vera e propria comunità virtuale che scambia informazioni, e riesce a creare nuove abitudini e nuove mete turistiche. Dopo il grande successo della prima edizione di BTO – prosegue l’assessore regionale - la Regione Toscana, continua a sostenere fortemente la seconda edizione di "Buy Tourism Online": insieme a Toscana Promozione e Camera di Commercio di Firenze, contribuirà infatti alla promozione e alla visibilità dell’evento con un investimento di circa 100.000 euro in online e offline marketing».

Secondo Gerri Martinuzzi, Dirigente Area Sviluppo e del Mercato della Camera di Commercio di Firenze., "nessuna delle modalità di connessione diretta tra domanda e offerta di servizi deve essere trascurata, perché i consumatori sono sempre più esigenti, autonomi e avveduti. BTO ha anche il pregio di formare gli operatori ad un uso intelligente dei tempi e dei modi dell’offerta turistica e tutti sappiamo quanto bisogno ci sia di impegno e preparazione per le piccole imprese turistiche."

Appuntamento quindi per il 16 e il 17 novembre a Firenze, nella magnifica location della Stazione Leopolda, per un evento che si candida a diventare l’osservatorio privilegiato sul turismo online in Italia e in Europa.

November 09, 2009

Bto e blog turistici

Settimana prossima a Firenze c'è la BTO: buy tourism online. Un evento decisamente interessante per chi lavora nel mondo del turismo online. Non perdetelo!
Io ci andrò sicuramente, forse faro' uno speech sul turismo termale web 2.0, intanto vado a bloggare. Anche perchè ho saputo che mi hanno nominata per la votazione del migliore blog turistico.
Lì per lì pensavo che si trattasse di blog che parlano di località turistiche e ho suggerito di candidare ioamofirenze, ma poi vedendo gli amici che concorrono con i loro blog (da Claudia a Roberta, da Antonello a Sante) ho capito che sarebbe stato più corretto candidare questo blog.
Vabbè pace, tanto l'importante è partecipare!

Come temevo non sono riuscita a scrivere altro nè sullo IAB forum 2009, che quest'anno mi è piaciuto davvero tanto, nè sul corso di Fradefra sul posizionamento, con gli ottimi interventi di Enrico Altavilla e Piersante Paneghel.
Complice una lezione sull'appennino tosco emiliano di venerdì, sono arrivata al weekend abbastanza cotta!
In ogni caso sono contenta: la settimana scorsa è stata davvero ricca di incontri interessanti e conferme sul web. C'è tanto da fare!!! Ho scelto questa immagine (banzai advertising) perchè riassume bene i miei giorni in giro per il nord Italia fra sushi e seo!

November 05, 2009

A giro per l'Italia fra eventi e amici seo

In questi 2 giorni sono a Verona al corso yoyo di sul posizionamento. Fra i docenti: FradefraPiersante e Enrico Altavilla. Dopo la prima giornata più orientata a strategie e pianificazione, oggi siamo scesi sul pratico.
Ascolto con ammirazione Piersante parlare di fattori onsite, di tools, di major update di Google, di evoluzione di cosa conti per il posizionamento e tanti interessanti case history.
Appena avrò un po' di tempo faro' un po' di post sullo IAB FORUM (oggi ho caricato 2 video: quello dei ballerini di breakdance di filmit e dell'orchestra di Tsw), intanto rammento l'appuntamento con il RIMINI WEB MARKETING EVENT dove saro' moderatrice. Fino al 11/11 in promozione a soli € 270 anzichè € 330 (per il pacchetto white) e il Seofriday.

November 03, 2009

IAB FORUM Milano 2009 prima mattinata

Potevamo stupirvi con effetti speciali... e infatti siamo allo IAB.
In effetti - nonostante la crisi - siamo tornati in pieno clima da New Economy: nuovi players (o vecchi che si rifanno il look), stand imponenti e che mirano a colpire: musica, filmati, ballerini, Banzai ha il rullo per il sushi (ottimo) TSW addirittura ha una piccola orchestra! Belle ragazze, gadgets (alcuni molto carini, come il portmatite di Websystem), tanto movimento. Le ragazze di FILMIT distribuiscono popcorn che mangio mentre guardo le presentazioni nella gremita sala convegni....
Che ci sia aria di ripresa?
Chissà.
Da una parte i dati del Regno Unito dove c'è stato lo storico sorpasso dell'adv online rispetto alla tv (ma anche grazie alle aziende early adaptors che ci hanno creduto e alla presenza di agenzie specializzate), dall'altra i 1000 problemi e vincoli della situazione italiana dove le aziende, stando ai dati ufficiali IAB enunciati da Vernocchi di Accenture, sono piccole, concentrate su Milano e con poco fatturato.
Luca de Biase - nella tavola rotonda con Dada, Microsoft, Yahoo, Google e Banzai, sostiene che la Rete sia un luogo di grandi opportunità e non solo di problemi.
Un dato interessante: nonostante l'ora (le 14) la sala è ancora gremita. L'attenzione su questi temi (tecnologia, advertising, opinioni degli utenti, ecc.) è davvero tanta. Buffo che ultimamente io mi imbatta così spesso in Luca (al Barcamp, a Toscanalab, per il Museo dei Ragazzi...).
La domanda finale: i nostri figli staranno meglio di noi?
Paolo Ainio "spero di sì, ma forse non in Italia!"

Oggi pomeriggio mi attendono i seminari seo.