Turismo online

Ho letto sul Sole24ore di domenica scorsa un interessante articolo in cui si riportavano alcuni dati sul turismo online di Nielsen: secondo tali dati la metà degli accessi a internet riguarda l'organizzazione di viaggi.
MALDIVE BRAVO CLUB ALIMATHAIl 53,8% degli utenti (pari a 13 milioni e 800.000 unici) si collega a Internet per fissare un viaggio, un volo, un hotel.
Il business legato al turismo sta crescendo in Italia: +43.7% rispetto al 2006. E si stima che nel 2008 porterà a un volume di affari di 3 miliardi (che possono sembrare tanti ma sono pochi rispetto ai 5 miliardi della Francia, ai 10 miliardi della Germania e ai 20 miliardi della Gran Bretagna).
A livello europeo il mercato delle prenotazioni alberghiere online vale circa 7,4 miliardi, di cui 2/3 intermediati da web agency e il resto gestito direttamente dagli hotel.

In Italia il 90% degli hotel ha un sito internet, ma il livello di aggiornamento resta basso e poco efficiente fra le strutture medio piccole (50% del totale).

Quali sono i siti/portali turistici più visitati in Italia?
il leader è lastminute.com con circa 2 milioni di utenti unici al mese (fine 2007).
subito dopo si trovano: Virgilio Viaggi, Expedia, eDreams (14 milioni di visite al mese, fatturato annuo di 445 milioni di euro), Volagratis.

Le destinazioni più richieste sono Sharm el sheikh, Zanzibar, Maldive e Mauritius con un valore medio di 1900 euro a pratica. Per quanto riguarda i voli + hotel vanno forte: sud Italia e capitali europee.
I privati vanno forte... (anche Tui ha da poco aperto al settore Internet guadagnandosi un bel milione di utenti singoli in Italia).
E il pubblico?
Dopo il fiasco di Italia.it costato 45 milioni di euro e chiuso dal Governo, l'Enit (ente promozione turistica italiana) sta negoziando con il ministero dell'Innovazione l'idea di rilanciarlo. I portali regionali pure non hanno fatto granchè (con esclusione del trentino alto adige): solo 2 su 20 permettono le prenotazioni! A questi si aggiungono circa 1500 portali e sitarelli turistici locali.

Comments

Popular posts from this blog

Il potere dei social network nel business locale: altro che pagine gialle!

Il mio intervento allo Smau